Giallo D’Arles 2022 Greco di Tufo DOCG Quintodecimo

39€ 37 sweezy


FORMATO

0,75 lt.

VALUTAZIONE ROBERT PARKER:
95/100

Ulteriori riconoscimenti

James Suckling: 92/100

Veronelli: 93/100

 

Spedizioni in 48/72h in tutta Italia Spedizioni In 48/72h in tutta Italia

Disponibile

Descrizione

Vinificazione: fermentazione in acciaio e in parte in barrique.

Affinamento: 10 mesi in acciaio e per il 30% in barrique.

Note di degustazione: sensazioni olfattive gentili ed eleganti di gelsomino, pesca bianca, melone e frutta secca.

Informazioni

Denominazione: Greco di Tufo DOCG.

Vitigni: Greco.

Gradazione alcolica: 13,5% Vol.

Temperatura di servizio: 8/10°C.

Abbinamenti consigliati: primi e secondi di mare.

Formato: 0,75 lt.

La Cantina

Quintodecimo

Siamo in Campania, la regione di Napoli. La tenuta Quintodecimo si trova in un’area interna montuosa: l’Irpinia. Un bellissimo territorio in cui clima, suolo e vitigni convivono in un equilibrio straordinario che è andato rafforzandosi nei secoli, al punto tale da creare condizioni naturali ideali per la realizzazione di vini di grande qualità. Il clima è caratterizzato da piogge abbondanti (piovosità media annua 600-800 mm), forti escursioni termiche, inverni rigidi e nevosi ed estati miti, con temperature medie mai eccessive. Il paesaggio irpino è molto originale, per un ambiente del sud d’Italia. Il visitatore, infatti, non troverà piane assolate, colline bruciate dal sole, caldo afoso, bensì tanto verde, con laghi, boschi e montagne ricoperte, spesso fino alla cima, di castagni, faggi e querce secolari. Quintodecimo è a Mirabella Eclano, nel cuore dell’areale della DOCG Taurasi.

A Quintodecimo le vigne sono veri e propri giardini in cui ogni pianta è curata nel minimo dettaglio per ottenere il frutto migliore. Viene adottata una viticoltura altamente rispettosa del terreno, del microclima, della pianta e della biodiversità del luogo con l’obiettivo prioritario di ottenere frutti maturi, perfettamente sani, completamente integri e salubri. Un’agricoltura biologica di precisione, senza l’impiego di prodotti dannosi per la pianta, l’uomo, l’ambiente e senza impiego di diserbanti e di concimi. L’obiettivo è quello di produrre vini fortemente legati alla terra nella quale le viti vivono e vengono curate dagli uomini.

La cantina di Quintodecimo è “dentro” la vigna. È questo un aspetto molto importante. In tal caso il tempo di latenza tra raccolta ed ammostatura è quasi nullo, l’uva viene ammostata al massimo della freschezza e senza alcuna possibilità di alterazione. Inoltre questa condizione risponde ad un altro fondamentale requisito alla base della produzione del vino: vigneto e vino devono rappresentare una entità unitaria in modo tale da trasmettere l’idea di eternità, di infinito.


Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Solamente clienti che hanno effettuato l'accesso ed hanno acquistato questo prodotto possono lasciare una recensione.